Cina al lavoro per completare stazione spaziale

Tre astronauti cinesi sono in missione per ultimare la costruzione di una stazione spaziale. Il progetto è partito all’inizio dello scorso anno e stando alle previsioni del governo, dovrebbe concretizzarsi entro i prossimi sei mesi. La Cina ha fretta di colmare il gap che la separa dalla NASA, in quella che sembra una riproposizione, in chiave moderna, della celebre corsa allo spazio tra Unione Sovietica e Stati Uniti.

La missione
Astronauti_Cina
Gli astronauti durante la conferenza stampa per la missione Shenzhou-14 presso il Jiuquan Satellite Launch Center

Il lancio della navicella con l’equipaggio Shenzhou 14 è avvenuto domenica mattina allo Jiuquan Satellite Launch Center. I tre astronauti coinvolti sono: Chen Dong, al comando della navetta, Liu Yang, che nel 2012 è stata la prima donna cinese ad andare nello spazio, e Cai Xuzhe, al suo primo volo. Durante il periodo in orbita, il trio condurrà una serie di esperimenti scientifici per trasformare la stazione spaziale Tiangong (Il Palazzo Celeste) in un laboratorio di ricerca nazionale. Il progetto prevede una struttura di base a tre moduli composta dal perno centrale Tianhe (armonia dei cieli) e due moduli laboratorio, Wentian (alla ricerca dei cieli) e Mengtian (sognare i cieli), che saranno lanciati nei prossimi mesi.

Tiangong_Cina_Spazioe
Il progetto Tiangong con l’installazione dei tre moduli.

Il modulo centrale è entrato in orbita all’inizio dello scorso anno e dovrebbe funzionare per almeno un decennio. La sfida principale degli astronauti sarà quella di collegare i due moduli di laboratorio al corpo principale. Nei piani, Wentian e Mengtian si attaccheranno su entrambi i lati di Tianhe, formando un avamposto orbitante a forma di T grande circa il 20% della Stazione Spaziale Internazionale.

La sfida cinese

I primi progetti per una stazione spaziale risalgono al 1992, quando i cinesi riuscirono a sviluppare la capacità di inviare esseri umani nello spazio per visite a breve termine in piccoli laboratori. La svolta è però l’esclusione di Pechino dalla Stazione Spaziale Internazionale nel 2011. Da allora, gli Stati Uniti hanno vietato alla NASA qualsiasi impegno con il governo cinese, che per tutta risposta ha cominciato la progettazione di Tiangong. Oltre a una stazione spaziale, la Cina prevede anche di lanciare una missione lunare con equipaggio entro il 2029.

Stefano Gigliotti

Calabrese. Appassionato di musica, cinema, seguo con molto interesse anche la politica e gli esteri. Mi piace approfondire e non fermarmi alla superficie delle cose. Sono fondamentalmente un sognatore. Il giornalismo mi aiuta ogni tanto a fare ritorno alla vita reale.

No Comments Yet

Leave a Reply