Sofia Goggia trionfa ancora: a Cortina nuovo successo in Coppa del mondo

Goggia

Straordinaria Sofia Goggia: a soli cinque giorni dal trionfo di Bad Kleinkirchheim, la bergamasca cala il bis a Cortina d’Ampezzo vincendo la discesa libera con il tempo di 1:36.45. Completano il podio le quotatissime statunitensi Lindsey Vonn e Mikaela Shiffrin, rispettivamente in 1:36.92 e 1:37.29. Si tratta di un successo dal grande peso specifico. Dopo quattro delle otto gare previste, infatti, la Goggia domina ora la classifica generale della Coppa del Mondo a quota 269 punti, 49 in più della Shiffrin.

Determinante per l’affermazione dell’azzurra, sull’Olympia delle Tofane, il coraggio dimostrato nella parte centrale del tracciato, dopo un inizio di gara con alcune lievi sbavature. Fame agonistica e traiettorie affilate hanno quindi fatto la differenza, esaltando il pubblico di casa.

Non bene invece Federica Brignone e Nadia Fanchini, le altre protagoniste della discesa di domenica scorsa in Carinzia: subito fuori la prima, diciassettesima la seconda. Johanna Schnarf ha invece chiuso al sedicesimo posto.

La prova odierna ha anche segnato l’addio alle competizioni della trentatreenne americana Julia Mancuso, presentatasi in pista con una mantellina rossa stile Wonder Woman. Tra i principali successi della sua carriera ci sono sette affermazioni in Coppa del Mondo e quattro medaglie olimpiche, tra cui l’oro nello slalom gigante di Torino 2006.

Nel post gara la Goggia è raggiante: «Vincere a casa è un sogno, quella di Cortina è la mia pista preferita». E sulle difficoltà incontrate aggiunge: «Effettivamente oggi non ho sciato tanto bene, ma la visibilità non sempre era perfetta. Nella prima parte non mi sono piaciuta, non sono stata fluidissima, mentre nella seconda è andata molto meglio. Avevo in testa la mia linea e l’ho seguita attaccando sempre».

Grande soddisfazione anche da parte del presidente del Coni Giovanni Malagò: «La Goggia è stata fantastica e la gara meravigliosa. Abbiamo una squadra che lascia ben sperare in vista delle Olimpiadi. A PyeongChang possiamo fare bottino pieno, come anche non andar bene, ma questo è il bello dello sci». (av)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.