Ranjitsinh Disale è l’insegnante migliore del mondo

L’insegnamento è una delle professioni più nobili e altruiste che ci siano. Siamo tutti d’accordo. Certo siamo anche tutti d’accorso sul fatto che, nonostante sia un lavoro fondamentale e carico di responsabilità, non venga pagato abbastanza. È diventato quasi un luogo comune parlare di insegnante accompagnato dall’attributo “frustrato”.

Oggi però c’è una novità bella. Molto bella. Ranjitsinh Disalemaestro indiano di un villaggio rurale del Maharasthtra, ha vinto il Global Teacher Prize 2020, indetto nel 2014, e il premio ammonta a 1 milione di dollari

Durante un’elegante cerimonia in streaming, Disale ha affermato che lascerà metà del suo premio agli altri nove finalisti:

«Per sostenere il loro incredibile lavoro».

L’INSEGNANTE MIGLIORE DEL MONDO
Disale è l’insegnante migliore del mondo

Disale è un maestro delle elementari e quando arrivò nel 2009 nella scuola dove tuttora insegna nel villaggio di Paritewadi, non c’era nulla se non un edificio veramente fatiscente. Così quest’uomo si impegnò a fondo per garantire a tutti i suoi studenti una preparazione e condizioni di apprendimento migliori. 

Sistemò l’aula, riuscì a garantire libri di testo in lingua locale per tutti i suoi studenti e inventò un sistema educativo che, utilizzando un codice QR, permettesse loro di accedere a quanti più materiali possibili.
Proprio questo sistema venne adottato nel 2017 dal Ministro dell’Istruzione del Maharashtra per tutti gli istituti dello stato, poi dal ministero centrale dello Sviluppo delle risorse umane. 

Ma non è finita qui (questo premio lo ha davvero meritato, è chiaro): Disale è anche autore del progetto Let’s Cross the Borders che ha permesso a circa 19 mila studenti di paesi in conflitto, come India e Pakistan, Palestina e Israele, Iraq e Iran, Stati Uniti e Corea del Nord, di interagire tra loro. 

Carlo Mazzone, uno dei 10 finalisti del Global Teacher Prize 2020

Tra i 10 finalisti però c’era anche l’insegnante italiano Carlo Mazzone, docente di informatica a Benevento che, anche senza vittoria è riuscito a portarsi a casa  comunque 55 mila dollari da investire per migliorare la qualità dell’insegnamento grazie al collega indiano.

Vittoria Frontini

Ho delle voci in testa, così scrivo. Mezza romana e mezza milanese. Sono cresciuta tra set, teatri, musica e tanti libri: le mie continue fonti di energia. Mi sono laureata in Lettere Moderne e attualmente scrivo per MasterX. Ballo, viaggio e guardo i film di Walt Disney.

No Comments Yet

Leave a Reply