L’Italia alle finestre a cantare contro il Coronavirus

Dallo scorso sabato l’Italia sta rispondendo all’emergenza Coronavirus cantando dai balconi di casa. I cittadini infatti si ritrovano tutti i giorni alle 18:00 alle finestre delle proprie case per un momento di condivisione e di divertimento con lo scopo di unire ancora di più il Paese.

Dopo l’ultimo decreto che ha reso tutta Italia zona rossa, costringendo i cittadini a continuare con le proprie vite tra le quattro mura di casa, gli italiani hanno pensato ad una nuova iniziativa per far sentire, in tutti i sensi, la loro voce di fronte all’emergenza.

View this post on Instagram

L'Italia, da Nord e Sud si è unito in un ideale abbraccio, scandito da musica, canti e applausi. Tutti alle finestre per far sentire la propria voce, scambiare una battuta con il vicino e darsi forza a vicenda. I flash mob sui balconi hanno visto un'adesione di massa, nei quartieri di tutte le città. Per questa domenica, 15 marzo, è in programma anche un appuntamento doppio per i flash mob dal balcone, momenti di condivisione per le persone costrette a casa dall’emergenza sanitaria per il coronavirus: il primo è alle 18, quando si canterà ?Il cielo è sempre più blu’ di Rino Gaetano; poi alle 21 tutti alle finestre con torce e candele. Per restare uniti, seppur lontani! ❤️ #fanpageit #fanpageitgram #fanpageitstorie #coronavirus #virus #italia #italy #emergency #uniti #nurse #iorestoacasa #emotional #flashmob #photo #photography #photos #love #family

A post shared by Fanpage.it (@fanpage.it) on

L’appuntamento è iniziato sabato a mezzogiorno quando si chiedeva ai cittadini di dedicare alcuni minuti della propria giornata ad applaudire chi, tra medici e infermieri, sta aiutando i nostri malati. Per arrivare poi all’appuntamento quotidiano delle 18:00 a ricordarci che non siamo soli, che siamo tutti nella stessa barca e che questa iniziativa può essere un’occasione per farci sentire – virtualmente – più vicini.

Concerti dal balcone

Da tre giorni ormai il web e i social pullulano di video ritraenti città, quartieri e condomini che hanno aderito all’iniziativa. Da Milano a Napoli passando per Firenze e Roma. Tutta la Nazione si è unita sotto il segno più significativo: quello della musica. Tra le strade rimbombano le note di Azzurro di Adriano Celentano, Volare di Domenica Modugno fino all’inno di Mameli. Ma non solo. La capitale si è dipinta di giallorosso con Antonello Venditti e la sua Grazie Roma, e mentre al nord Milano si unisce sotto O mia bela Madunina al sud Napoli ricorda Pino Daniele con Napul’è.

View this post on Instagram

Quarantena : la state facendo bene. 😂💛❤️

A post shared by La Roma daily (@laromadaily) on

E ancora: Romagna Mia, Abbracciame, L’Italiano di Toto Cotugno, La Canzone del Sole di Lucio Battisti fino alle più recenti Che vita meravigliosa di Diodato e Certe Notti di Ligabue.

Live inediti: da Sangiorgi a Fedez

E se normali cittadini tutto d’un tratto si improvvisano cantanti e dj, ci sono anche quei vicini di casa che hanno fatto del canto la loro professione e che usano questa quarantena per deliziare il vicinato con un piccolo live gratuito. Tra questi spuntano Giuliano Sangiorgi, dei Negramaro, che dal balcone di casa a Roma ha cantato e suonato la chitarra, ma anche Fedez, che dal suo attico a Citylife (Milano) ha cantato Meraviglioso. Sempre nella capitale della moda tre giorni fa è comparso anche Danilo Rossi, prima viola della Scala circondato da uno striscione che recitava: “Non molliamo, ce la faremo”.

Insomma, ancora una volta, non sarà il Covid-19 a fermare la voglia degli italiani di farsi sentire, di ridere, di scherzare. Tra coreografie luminose, concerti serali e striscioni fuori dal balconi con messaggi di promessa: “Andrà tutto bene”.

Giulia Taviani

22 anni, nasco a Verona, mi sposto a Milano ma sogno Bali. A sei anni ho iniziato a scrivere poesie discutibili, a 20 qualcosa di più serio. Collaboro con Master X, Periodico Daily e nel tempo libero parlo di calcio su RBRSport. Ho scritto di cinema, viaggi, sport e attualità, anche se sono fortemente attratta da ciò che è nascosto agli occhi di tutti. A maggio 2020 ho pubblicato il mio primo libro "Pieno di Vita".

No Comments Yet

Leave a Reply