Olimpiadi, assegnati fino al 2032 i diritti media in Europa a EBU e Warner Bros Discovery

Il Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato che tutti i diritti media in Europa per le quattro Olimpiadi del periodo 2026-2032 sono stati assegnati all’European Broadcasting Union e a Warner Bros Discovery. Le due aziende avevano presentato un’offerta congiunta per acquisire i diritti televisivi in 49 Paesi europei, tra cui l’Italia. Proposta che il CIO, conclusa la gara d’appalto, ha accettato affidando nuovamente l’incarico di diffondere la rassegna a cinque cerchi a Discovery.

L’impresa americana, di cui fa parte anche Eurosport, ha già trasmesso le ultime due edizioni dei Giochi, ovvero Tokyo 2020 e Pechino 2022 e ora si prepara a divulgare anche le prossime cinque. Si comincerà con le Olimpiadi estive di Parigi 2024, che appartengono ancora al contratto precedente. Successivamente scatterà il nuovo accordo nel quale sono inseriti i Giochi Olimpici Invernali di Milano Cortina 2026, i Giochi della XXXIV Olimpiade di Los Angeles 2028, i XXVI Giochi Olimpici Invernali del 2030 e i Giochi della XXXV Olimpiade di Brisbane 2032.

La lettera del CIO

«Siamo lieti di aver raggiunto un accordo a lungo termine con due delle principali società media al mondo -ha affermato il presidente del CIO Thomas Bach – L’EBU e i suoi partner garantiranno un’impareggiabile esperienza di broadcasting in tutta Europa, mentre Warner Bros. Discovery, grazie alla recente fusione di Warner Media e Discovery, rappresenta una delle più grandi società di media e intrattenimento al mondo per tutti i generi e su ogni piattaforma. Ciò dimostra il fascino immutato dei Giochi Olimpici in Europa e poiché il CIO ridistribuisce il 90% dei ricavi generati, questo accordo a lungo termine fornirà anche una stabilità finanziaria fondamentale al movimento sportivo in generale e, in ultima analisi, per gli atleti stessi».

Come detto, non è la prima volta che il Comitato Olimpico Internazionale affida l’incarico a una delle due società. La prima partnership con l’EBU risale addirittura al 1956, mentre Warner Bros. Discovery nel 2015 ottenne i diritti per trasmettere le rassegne olimpiche di PyeongChang 2018, Tokyo 2020, Pechino 2022 e Parigi 2024.

Dove saranno fruibili le Olimpiadi in Italia

In Italia le prossime cinque edizioni dei Giochi Olimpici saranno trasmesse in chiaro da Eurosport. I suoi due canali attualmente sono disponibili nel pacchetto Sky, Dazn, TIMVISION e NOW TV. Ad oggi non è possibile dire se queste cinque aziende continueranno ad ospitare la pay-tv. Nonostante ciò, nel nostro paese le Olimpiadi saranno visibili in digitale sul sito e app di Eurosport e su Discovery +. La piattaforma streaming di Discovery, in particolare, garantirà una copertura integrale della manifestazione minuto per minuto. In totale saranno coperte oltre 200 ore dei Giochi Olimpici estivi e almeno 100 ore di quelli invernali. A questa offerta si aggiungerà un’ampia copertura radiofonica, live streaming ed editoriale su piattaforme web, app e social media.

Christian Leo Dufour

Giornalista praticante, collaboratore del fattoquotidiano.it. Valdostano in trasferta a Milano. Motivato, estroverso e sempre pronto a fare nuove conoscenze. Laureato in comunicazione, media e pubblicità alla IULM. Il mio sogno è il giornalismo sportivo. L'ambizione: far conoscere gli sport invernali, il ciclismo e tutte le discipline olimpiche a un pubblico sempre più ampio

No Comments Yet

Leave a Reply