Sport a freddo | Ep.1: Super Goggia. L’Italia sogna nel biathlon

“Sport a freddo” è una rubrica che ogni lunedì analizza i circuiti di Coppa del Mondo dei principali sport invernali. L’obiettivo primario è riepilogare e approfondire i risultati degli atleti italiani. A questo si aggiungono commenti e analisi sulle varie discipline nel loro complesso. L’intenzione è fornire al lettore un angolo in cui condividere la passione per gli sport invernali.

La prima settimana a pieno regime degli sport invernali è stata trionfale per l’Italia. Nelle 33 competizioni di Coppa del Mondo in programma tra sci alpino, biathlon, sci nordico, snowboard e slittino sono arrivate 2 vittorie e 11 podi. Gli azzurri hanno dimostrato di aver fatto un’ottima preparazione estiva ed essersi presentati al via della stagione 2022/2023 in condizione. L’assenza di Russia e Bielorussia, per via della sanzione CIO causa Guerra in Ucraina, condiziona i circuiti, su tutti sci di fondo e biathlon, ma i risultati degli atleti italiani non vanno sminuiti. L’Italia ha nel suo arco numerose frecce che da anni sono protagoniste.

Sci alpino, doppietta di Goggia

L’impresa della settimana va attribuita a Sofia Goggia. La bergamasca ha ottenuto 2 successi in 3 gare e ha mancato la tripletta a causa di alcune sbavature nella parte alta del super G. L’azzurra ha dominato le 2 discese dimostrando di essere la numero 1 e di poter vincere la quarta coppa di specialità. È ancora in cerca della migliore condizione, invece, Federica Brignone che sul facile tracciato dell’Alberta, poco adatto alle sue caratteristiche, ha faticato anche nei tratti tecnici.

A livello maschile, a Beaver Creek Aleksander Aamodt Kilde si è imposto sia in discesa che in super G dando vita ad un altro appassionante duello con Marco Odermatt. In casa Italia, weekend opaco per Dominik Paris. L’altoatesino, così come i compagni di squadra, non ha trovato il giusto feeling con la pista statunitense e dovrà lavorare per tornare sui suoi livelli.

Biathlon, Vittozzi è tornata

Le gioie azzurre erano iniziate mercoledì 30 novembre quando Lisa Vittozzi ha chiuso terza l’Individuale di Kontiolathi (Finlandia) che ha inaugurato il massimo circuito del biathlon. La sappadina è tornata sul podio 634 giorni dopo l’ultima volta e si è ripetuta nella Sprint dove ha agguantato la piazza d’onore. La 27enne azzurra, inoltre, si è issata al comando della classifica generale tornando a vestire il pettorale giallo di leader dopo oltre 3 anni. L’unico precedente risaliva al 19 marzo 2019. Alla fine di quell’inverno era iniziata una crisi profonda. Le difficoltà nella serie a terra l’avevano trasformata nella brutta copia di sé stessa. Ma era solo questione di tempo perché una ragazza dotata di quel talento non poteva svanire così.

Chi non si è mai smarrita è Dorothea Wierer. L’altoatesina nell’Inseguimento ha conquistato il 45esimo podio della carriera. La 32enne di Rasun aveva pensato al ritiro dopo i Giochi di Pechino, ma è tornata sui suoi passi e le possibilità di rivedere un duello tutto italiano per la Sfera di Cristallo come nel 2018/2019 non sono così improbabili. La favorita è la svedese Elvira Oeberg, ma sognare è lecito.

Sci di fondo, bene Pellegrino

Le nevi di Lillehammer hanno regalato la seconda soddisfazione stagionale a Federico Pellegrino. Il valdostano ha chiuso secondo la Sprint a tecnica libera. Gli altri italiani, invece, hanno faticato, ma per lo sci di fondo azzurro sono già 2 in podi in stagione. La Norvegia dal canto suo, approfittando dell’assenza della Russia, ha dominato al maschile. Il team nordico ha piazzato 9 atleti nei primi 10 nella 10km tecnica libera con partenza a intervalli e 8, sempre nei primi dieci, nella 20km mass start.

Combinata nordica, terzo podio in carriera per Sieff

Si è aperta nel migliore dei modi anche la stagione di combinata nordica di scena a Lillehammer. Nel primo appuntamento femminile Annika Sieff ha chiuso seconda. Risultato che le vale il terzo podio in carriera e le consente di diventare la seconda combinatista italiana della storia per piazzamenti nei primi 3, alle spalle del solo Alessandro Pittin, primo con 15.

Snowboard, Visintin salva l’Italia

A Les Deux Alpes in Francia è scattata la Coppa del Mondo di snowboard cross con l’Italia che ha conquistato un secondo posto grazie a Omar Visintin. L’azzurro ha ceduto solo a tedesco Martin Noerl. Al femminile, Michela Moioli non ha preso parte alle competizioni, mentre le altre azzurre non hanno superato la qualificazione.

Slittino, tre podi azzurri a Igls

L’opening dello slittino a Igls ha regalato 3 podi alla squadra azzurra. Sul budello austriaco si sono distinte Adrea Vöetter e Marion Oberhofer che hanno ottenuto un terzo e un secondo posto nel doppio femminile. Il primo è arrivato nella prova olimpica, il secondo nella sprint. Bene anche Dominik Fischnaller, terzo nella sprint maschile. Il 29enne altoatesino è stato l’unico a contrastare lo strapotere dei padroni di casa che oltre alla doppietta nella sprint maschile hanno trionfato in tutte e 8 le competizioni del fine settimana.

Articolo di Christian Leo Dufour

No Comments Yet

Leave a Reply