G20, Meloni a Bali per stemperare le tensioni con l’Europa

Giorgia Meloni è l’unica donna capo di governo in un vertice quasi tutto al maschile. La premier italiana è atterrata in serata, dopo quindici ore di volo, all’aeroporto di Bali, accolta da danzatrici che si sono esibite in abiti tipici. Nel suo primo intervento al forum dei paesi industrializzati ha toccati vari temi, dalla guerra all’economia.

Le parole di Meloni

«Quando l’Indonesia ha assunto la Presidenza del G20 era impossibile prevedere che la Russia avrebbe invaso l’Ucraina e il devastante impatto che ciò avrebbe avuto sull’ordine mondiale e sulle nostre economie». Ha dichiarato Meloni, per poi lanciare un invito ad avere «il coraggio di confrontarsi con le sfide più difficili in agenda, a partire dalle conseguenze del conflitto ucraino in ambito economico, energetico e alimentare che stanno investendo tutti e stanno senza dubbio colpendo in maniera preponderante i paesi in via di sviluppo».

Le tensioni con la Francia

È indubbio però che una delle maggiori preoccupazioni del governo italiano è risolvere la crisi diplomatica con la Francia sulla questione migranti. Per questo motivo, la missione estera di Meloni è stata anticipata da un colloquio telefonico tra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e l’omologo francese Emmanuel Macron. I due presidenti – secondo quanto riporta un comunicato dell’Eliseo – «hanno entrambi affermato la grande importanza delle relazioni tra la Francia e l’Italia ed hanno sottolineato la necessità di mettere insieme le condizioni per una piena cooperazione in tutti i settori, tanto a livello bilaterale che in seno all’Unione europea».

Meloni_Macron_Incontro
La stratta di mano tra Meloni e Macron dopo l’incontro a Roma del 23 ottobre (fonte: Governo Italiano)

Nei giorni scorsi, i due paesi si erano scontrati sul caso della Ocean Viking. La nave della Ong francese Sos Mediterranée, dopo due settimane di navigazione e aver ricevuto il divieto di ingresso in un porto italiano, era approdata a Tolone, nel sud della Francia. Inizialmente, sembrava che il governo transalpino fosse disponibile a farsi carico dei 234 migranti a bordo, tant’è che Matteo Salvini aveva esultato sui social per quella che sembrava una vittoria politica dell’Italia. Da qui, incomprensioni e accuse reciproche tra i due paesi. Ma adesso, complice anche l’intervento di Mattarella, il clima potrebbe cambiare. Meloni è intenzionata ad abbassare i toni e riallacciare i rapporti diplomatici con Macron.

Gli incontri della premier

Per il momento, non è previsto un faccia a faccia tra Meloni e Macron. I due, viene spiegato, hanno già avuto un lungo colloquio a Roma lo scorso 23 ottobre e un nuovo contatto alla recente Cop27 di Sharm el-Sheikh. A Bali saranno per cui “privilegiati” i bilaterali tra i capi di governo che non hanno ancora avuto un incontro. In tale ottica, Meloni vedrà il leader cinese Xi Jinping, il primo ministro indiano Narendra Modi e il presidente americano Joe Biden. Proprio la sponda di Washington potrebbe aiutare la premier a uscire dall’isolamento in Europa dopo lo scontro con Parigi.

Stefano Gigliotti

Calabrese. Appassionato di musica, cinema, seguo con molto interesse anche la politica e gli esteri. Mi piace approfondire e non fermarmi alla superficie delle cose. Sono fondamentalmente un sognatore. Il giornalismo mi aiuta ogni tanto a fare ritorno alla vita reale.

No Comments Yet

Leave a Reply