Texas: sparatoria in un locale a San Antonio,
morte due persone

In un locale di musica dal vivo a San Antonio, in Texas, un uomo estrae la pistola e inizia a sparare. È quanto successo il 20 gennaio alle tre del mattino, ora italiana, all’interno del club Ventura.

Mentre era in corso un’esibizione live, due gruppi di persone hanno iniziato a litigare tra loro. Improvvisamente un uomo prende una pistola e apre il fuoco. Il motivo del litigio è ancora sconosciuto. Non è chiaro nemmeno se l’atto fosse premeditato.

Il bilancio è di due morti e cinque feriti. Una persona è deceduta sul posto, mentre un’altra è morta poco dopo l’arrivo in ospedale. Secondo quanto riportato sul profilo Twitter della polizia di San Antonio, le due vittime sono state identificate:  il 21enne Robert Martinez e il 25enne Alejandro Robles.

Inoltre, il capo della polizia locale, William McManus, ha dichiarato che le indagini sono in corso e che è già iniziata la caccia a un possibile sospetto. «Sono fiducioso che identificheremo l’individuo» ha dichiarato McManus ai media statunitensi. Le indagini sono tutt’ora in corso per ricostruire quanto accaduto all’interno del club.

L’altra sparatoria del 2020

L’episodio a San Antonio non è il primo di questo 2020. Già mercoledì 15 gennaio un’altra persona aveva aperto il fuoco in Texas. Questa volta però la sparatoria è accaduto in un liceo di Bellaire, una città a pochi chilometri da Houston. Ad aver estratto una pistola è stato un sedicenne, che con un colpo ha ucciso un compagno di classe. Subito dopo aver sparato, il ragazzo è scappato. La sua fuga è durata quattro ore, al termine della quali la polizia locale lo ha trovato dietro a un cassonetto della spazzatura di un supermercato, insieme a un amico. I due sono stati subito arrestati.

Elisabetta Murina

23 anni. Nata e cresciuta a Milano. Laureata in Linguaggi dei media, ora scrivo su Masterx. Amante dell'arte, in tutte le sue forme. Grande appassionata di moda e cinema. Curiosa di natura e sempre in cerca della verità.

No Comments Yet

Leave a Reply