Maga portoghese arrestata a Malpensa, aveva 233 ovuli di cocaina

All’aeroporto di Malpensa, un gruppo di finanzieri con l’ausilio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha arrestato una donna portoghese per possesso di sostanze stupefacenti.

La donna, quarantacinquenne residente a Lisbona, era di ritorno dalla città di Dakar. I sospetti sono arrivati dopo che il cane antidroga Banny, un pastore tedesco di sette anni, aveva fiutato qualcosa di sinistro sul nastro trasportatore dei bagagli dell’aeroporto milanese.

Alle prime domande delle autorità, la donna ha dichiarato di essere una maga professionista e di trasportare nelle sue valigie effetti personale e cibo in virtù del soggiorno di qualche giorno che avrebbe trascorso nella città di Milano.

All’interno del bagaglio però, le autorità non hanno trovato solo pietre e materiale da scena e per i riti magici. I finanzieri hanno rinvenuto oltre a quanto dichiarato dalla donna, anche degli ovuli di varia forma e dimensione.

Il controllo degli effetti personali è stato necessario dopo la segnalazione del cane antidroga e dello stato confusionario della donna, agitata nel rapportarsi con i finanzieri. Dopo le analisi di rito, i risultati degli esami hanno evidenziato che il materiale trasportato sotto forma di 233 ovuli era cocaina per un totale di cinque chilogrammi.

Il carico è stato prontamente sequestrato e su disposizione di Martina Melita, sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Busto Arsizio, la donna è stata arrestata e scortata alla Casa circondariale di Milano.

Roberto Balestracci

23 anni, quasi 24. Laureato in Scienze della Comunicazione, coltivo da sempre la passione per lo sport e per le sue emozioni. Ma non solo. Il diploma in violino al conservatorio di Siena mi permette di collegare i due mondi apparentemente lontani

No Comments Yet

Leave a Reply