Le accuse a Trump: abuso di potere e ostruzione al Congresso

Le accuse a Trump: abuso di potere e ostruzione al Congresso

Sono state formalizzate le accuse per l’impeachment nei confronti del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. I due capi di accusa avanzati dalla Commissione di Giustizia controllata dai democratici verranno discussi prossimamente dal Parlamento americano.

Il Presidente degli Stati Uniti è accusato di abuso di potere e ostruzione al Congresso. La prima si riferisce alle pressioni esercitate nei confronti di Volodymir Zelensky, Presidente ucraino, affinché ricevesse notizie su Joe Biden, suo avversario politico. La seconda riguarda invece i tentativi di Trump di frenare le indagini rifiutandosi di collaborare.

«Sono emerse prove schiaccianti e incontestabili, non ci ha lasciato altra scelta», ha dichiarato Jerrold Nadler, il Presidente della commisione di giustizia. Durante la presentazione dei capi d’accusa, ha denunciato il leader statunitense di aver posto i suoi interessi davanti a quelli del Paese.

Immediate e furiose le reazioni del Capo della Casa Bianca. Il Presidente degli Stati Uniti ha tentato di difendersi esponendo i successi della sua presidenza e definendo l’accusa «ridicola». Sia il Presidente Zelensky che il ministro degli Esteri ucraino hanno ribadito, in più occasioni, l’assenza di pressioni.

Non è la prima volta che l’America si trova di fronte ad un’accusa di impeachment ai danni del proprio Presidente. Nessun titolare della Casa Bianca è, però, mai stato rimosso dalla carica. Non accadde al successore di Lincoln Andrew Johnson, che nel 1868 si salvò per un solo voto dall’accusa di aver intrattenuto rapporti troppo accondiscendenti con gli Stati del Sud dopo la Guerra Civile, tradendo il Congresso. Né a Richard Nixon, che dopo lo scandalo del Watergate, presentó le dimissioni. Neanche Bill Clinton perse la sua carica. Anche se era stato accusato nel 1999 dalla Camera dei Rappresentanti per aver ostruito la giustizia e aver mentito in diretta nazionale riguardo a uno scandalo sessuale.

 

Vittoria Frontini

Ho delle voci in testa, così scrivo. Mi sono laureata in Lettere Moderne e attualmente scrivo per MasterX. Essendo cresciuta in un abbraccio artistico ho imparato ad amare l’arte in tutte le sue sfaccettature. Ballo, viaggio e guardo i film di Walt Disney.

No Comments Yet

Leave a Reply