Mikaela Shiffrin nella storia: 82 vittorie in Coppa del Mondo come Vonn

Nonostante non siano arrivate vittorie, la prima settimana del 2023 per gli sport invernali ha visto comunque protagonisti gli atleti italiani. Gli azzurri hanno archiviato 12 podi mettendosi in mostra in tutte le discipline. La gara simbolo di questi giorni, però, è stata il secondo gigante femminile di Kranjska Gora nel quale Mikaela Shiffrin ha ottenuto l’82esimo trionfo in Coppa del Mondo. Grazie a questo successo l’americana ha raggiunto la connazionale Lindsey Vonn in testa alla classifica all time per trionfi nel massimo circuito. Il record assoluto tra uomini e donne è di 87 e appartiene allo svedese Ingemar Stenmark. Questo è il prossimo traguardo che la Shiffrin vuole raggiungere e chissà che non lo possa fare già al termine di questa stagione.

Biathlon, super Wierer a Pokljuka

La sosta natalizia ha portato in dote una crescita importante di tutta la squadra italiana di biathlon. Gli azzurri a Pokljuka hanno raccolto 3 podi grazie a Dorothea Wierer e alla staffetta mista, ma si sono visti segnali positivi da tutto il settore maschile. Wierer ha chiuso terza la sprint e seconda l’inseguimento grazie a percentuali ottime. L’altoatesina in 6 poligoni ha commesso un solo errore uscendo dal weekend sloveno al quinto posto in classifica generale. Al contrario, Lisa Vittozzi è incappata nel primo passo falso stagionale a causa di una sprint complicata in cui ha fallito 6 bersagli non qualificandosi per l’inseguimento. L’azzurra, però, si è prontamente riscatta nella staffetta mista dove assieme a Wierer, Didier Bionaz e Tommaso Giacomel ha agguantato la piazza d’onore. L’Italia è stata autrice di una prova maiuscola nella quale a un certo punto si è persino sognato il successo. Merito dei 2000 Bionaz e soprattutto Giacomel che hanno concluso le frazioni maschili in prima posizione. Proprio Giacomel ha sfiorato il podio sia nella sprint che nell’inseguimento. La prima gioia individuale in carriera è mancata in entrambi i casi per via di un errore di troppo, ma è solo questione di tempo.

Da sx: Didier Bionaz, Tommaso Giacomel, Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi
Sci di fondo, Italia protagonista al Tour de Ski

Una grande Italia ha conquistato 5 podi con 3 atleti diversi al Tour de Ski che al maschile sarà ricordato come trionfale per i nostri colori. L’Italia dello sci di fondo dopo numerosi inverni difficili se si esclude Federico Pellegrino, si è riscoperta protagonista della disciplina. Ad oggi, complice anche l’assenza dello squadrone russo, è la seconda nazione per podi con 9 alle spalle solo dell’irraggiungibile Norvegia. L’apice è stato raggiunto proprio nella tradizionale kermesse di gennaio con Pellegrino che ha chiuso al quarto posto finale con 3 podi in 7 tappe e una scalata dell’Alpe del Cermis eccezionale. Molto bene hanno fatto anche Simone Mocellini e Francesco De Fabiani. Il primo ha agguantato il terzo posto nella sprint in classico, il secondo invece ha chiuso terzo la 15km mass start sempre in classico.

Sci alpino, 50esimo podio per Federica Brignone

La settimana dello sci alpino è stata segnata da Mikaela Shiffrin, ma anche gli azzurri si sono distinti. Al femminile sono arrivati altri due podi grazie a Marta Bassino e Federica Brignone. Entrambe sono giunte seconde in gigante a Kranjska Gora: la piemontese sabato e la valdostana domenica. Bassino ha conservato il pettorale rosso di leader di specialità, mentre Brignone è salita sul podio per la prima volta in stagione centrando il 50esimo piazzamento della carriera tra le prime tre in Coppa del Mondo.
Segnali positivi sono arrivati anche dal settore maschile. Alex Vinatzer dopo tre uscite consecutive è giunto quarto a 1 centesimo dal podio nello slalom di Adelboden. L’altoatesino sul mitico tracciato svizzero ha ritrovato fiducia contenendo quella foga che spesso gli ha precluso risultati importanti.

Slittino, Dominik Fischnaller allunga in classifica

Il terzo posto di Sigulda vale oro per Dominik Fischnaller. L’altoatesino, infatti, nonostante non abbia vinto la competizione ha allungato sui rivali diretti in classifica generale. Ora il margine sul primo inseguitore Wolfgang Kindl è di 97 punti, un bottino consistente che l’azzurro dovrà gestire nelle prossime gare. Sul budello lettone è arrivato anche il primo podio stagionale per il doppio maschile. Merito di Emanuel Rieder e Simon Kainzwaldner terzi nella prova vinta dai padroni di casa Bots/Plume. Al femminile, invece, non ci sono state soddisfazioni, ma Andrea Voetter e Marion Oberhofer hanno comunque mantenuto il primato nella graduatoria generale.

Articolo di Christian Leo Dufour

“SPORT A FREDDO” È UNA RUBRICA CHE OGNI LUNEDÌ ANALIZZA I CIRCUITI DI COPPA DEL MONDO DEI PRINCIPALI SPORT INVERNALI. L’OBIETTIVO PRIMARIO È RIEPILOGARE E APPROFONDIRE I RISULTATI DEGLI ATLETI ITALIANI. A QUESTO SI AGGIUNGONO COMMENTI E ANALISI SULLE VARIE DISCIPLINE NEL LORO COMPLESSO. L’INTENZIONE È FORNIRE AL LETTORE UN ANGOLO IN CUI CONDIVIDERE LA PASSIONE PER GLI SPORT INVERNALI.

No Comments Yet

Leave a Reply