Pino Donaggio si racconta 53 anni dopo “Io che non vivo”

Il conservatorio, Sanremo, l’incontro con il mondo del cinema. Pino Donaggio è un cantautore e compositore amato in tutto il mondo. Ancora oggi, da quel lontano 1965, Io che non vivo è una delle canzoni italiane più note nel panorama internazionale, con oltre 80 milioni di copie vendute in tutto il mondo, nella varie versioni e cover. Ma il maestro veneziano, classe 1941, non si è fermato al solo cantautorato. Nel 1973 esordisce nel mondo del cinema come compositore di colonne sonore con il thriller A Venezia…un dicembre rosso shocking di Nicholas Roeg.

Ospite in Iulm, del Master in Editoria e produzione musicale, Donaggio ha raccontato ai microfoni di MasterX il suo lavoro, il rapporto lavorativo con il regista Brian De Palma – col quale ha lavorato in sette film e appena terminato le musiche per Domino, girato in parte in Sardegna –  e la sua brillante carriera.

All’incontro, presieduto e introdotto dal Prof. Giovanni Canova, erano presenti anche i promotori dell’evento: il dott. Andrea Natale, già studente del Master e il prof. Luca Cerchiari, direttore del Master.

Presenti anche i titolari dell’etichetta discografica Produttori Associati, Simone Casetta e Luca Rossi, che hanno edito nel 2016 il CD Certe volte…, musiche di Donaggio arrangiate da Natale Massara.

 

Servizio di Beatrice Barbato e Federico Rivi

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.