Ciclismo, Team Sky perderà lo sponsor a fine 2019

Annuncio choc nella mattinata odierna: la stagione 2019 sarà l’ultima per il Team Sky, gigante britannico del ciclismo. 

Con un inatteso comunicato sul proprio sito web e sulle pagine social di riferimento, la squadra che ha dominato il mondo delle due ruote nell’ultimo decennio ha infatti svelato che la sponsorizzazione da parte della media company si chiuderà al termine della prossima stagione.

Il Team non cesserà dunque di esistere,ma cambierà il nome e i colori che dal 2008 sono stati sinonimo di trionfo nelle corse su strada: ad oggi le vittorie raggiunte ammontano a 322, tra cui otto Grand Tour, 52 successi in altre corse a tappe e 25 gare di un giorno.

Un’egemonia straordinaria, ancor più impressionante se si pensa al monopolio istituito dal Team Sky nel Tour de France: sei delle ultime sette  edizioni della competizione hanno visto la squadra finanziata dall’azienda di Jeremy Darroch sul gradino più alto del podio. Un dominio assoluto in quella che è forse la più celebre manifestazione ciclistica al mondo, interrotto solo nel 2014 dall’italiano Vincenzo Nibali.

Il Team ha visto i natali di una vera e propria dinastia di campioni d’oltremanica: da Bradley Wiggins, il primo britannico a conquistare il Tour nel 2012, passando per il pluricampione Chris Froome, moderna istituzione di questo sport, fino ad arrivare a Geraint Thomas, ultimo vincitore.

Un progetto esemplare, voluto fortemente dalla federazione di ciclismo Britannica. «Siamo nati con l’ambizione di creare una squadra pulita e vincente partendo da un gruppo di atleti e da uno staff britannici – ha dichiarato il responsabile Dave Brailsford – siamo orgogliosi del ruolo che abbiamo avuto negli ultimi dieci anni nel trasformare il Regno Unito in un paese ciclistico. Mentre lo sponsor Sky se ne andrà a fine anno, la squadra è aperta alla possibilità di trovare un nuovo partner».

Porte aperte a nuovi investitori, dunque. Che certamente non mancheranno, vista la grandissima visibilità che la squadra ha saputo accumulare in questi anni.

Non è quindi un addio assoluto quello dello Team Sky al mondo del ciclismo: li ritroveremo dietro al prossimo tornante, con un nome diverso, sotto una nuova bandiera.

(i.c.)

No Comments Yet

Leave a Reply