Al via i Giochi Olimpici di PyeongChang, segnali di pace tra le due Coree

Alle 12 italiane del 9 febbraio si è tenuta la cerimonia di apertura dei XXIII Giochi Olimpici invernali di PyeongChang, in Corea del Sud. Il tema forte di questa Olimpiade è la riunificazione sotto un’unica bandiera della delegazione sportiva delle due Coree, che concorreranno come una singola nazione. Per sottolineare ancora questa pacificazione tra le nazioni, nel corso della manifestazione il capo di stato sudcoreano Moon Jae-in e Kim Yo-jong, sorella del dittatore Kim Jong-un, si sono stretti la mano in un gesto che senza dubbio verrà ricordato come storico.

Durante la cerimonia è avvenuta, naturalmente, anche la consueta sfilata delle nazioni e degli atleti coinvolti. Le due Coree hanno sfilato sotto un’unica bandiera, portata però da due atleti: la giocatrice di hockey Hwang Chung Gum dalla Corea del Nord e il sudcoreano Won Yunjong, che gareggerà nel bob.

Per l’Italia la portabandiera scelta è stata Arianna Fontana, cinque volte medagliata olimpica nello short track. La ventisettenne di Sondrio non ha nascosto la sua gioia per il compito che le è stato affidato: «E’ un’emozione grandissima, adesso mi rendo conto di quello che di bello sto facendo. Con questa bandiera tra le mani non ho paura di nulla».

Nonostante per alcune discipline le competizioni si siano già avviate da giovedì, le prime medaglie si assegneranno sabato 10 febbraio, nel biathlon, sci di fondo, short track, salto con gli sci e pattinaggio di velocità. Numerosi gli italiani in gara, tra cui proprio la portabandiera azzurra, che affronterà le qualificazioni della staffetta di short track.  (af)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.