Elezioni in Calabria ed Emilia-Romagna: il M5S si affida a Rousseau

Il Movimento 5 Stelle si affida ancora una volta alla piattaforma Rousseau. Il prossimo 26 gennaio si voterà in Calabria ed Emilia-Romagna per il rinnovo del consiglio regionale, due partite per le quali il Movimento deve scegliere se scendere in campo o meno.

Il voto online per gli iscritti alla piattaforma è aperto fino alle 20 del 21 novembre. La decisione è stata annunciata in un comunicato direttamente dal Blog delle Stelle: “È il momento di chiederci se questa grande mobilitazione di crescita e rigenerazione sia compatibile con le attività elettorali. Per questo motivo abbiamo deciso di sottoporre agli iscritti la decisione riguardante la partecipazione alle imminenti elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria”.

La domanda proposta agli iscritti è semplice: elezioni sì o elezioni no? Un quesito dall’esito tutt’altro che scontato, specie considerato il momento delicato che il Movimento 5 Stelle vive ormai da diversi mesi, amplificato sopratutto dal pessimo risultato ottenuto alle recenti elezioni umbre. Una eventuale doppia debacle in Calabria ed Emilia imporrebbe ancora di più ai pentastellati l’obbligo di interrogarsi su un costante calo di consensi.

La decisione di affidare al web l’ultima parola ha lasciato dei malumori soprattutto tra gli esponenti calabresi del Movimento 5 Stelle. Una delle voci contrarie in Parlamento è invece rappresentata dal deputato Francesco Forciniti, che su Facebook utilizza la definizione «umiliante votazione online» e invita tutto il popolo pentastellato a esprimersi in favore della partecipazione elettorale. Il capo politico del Movimento, Luigi Di Maio, ha scelto di non esprimersi sulla votazione, lasciando la paternità della scelta interamente nelle mani dei cittadini iscritti a Rousseau.

 

AGGIORNAMENTO

Il 70,6% dei votanti si è espresso a favore di una candidatura del Movimento 5 Stelle in Calabria e in Emilia-Romagna.

No Comments Yet

Leave a Reply