Denver, sparatoria in una scuola: morto un ragazzo. Otto feriti

Denver

Un’altra sparatoria in una scuola degli Stati Uniti, precisamente in Colorado. Gli studenti della Stem School, nei sobborghi di Denver, sono tutti ragazzi dai tre fino ai 18 anni. A sparare è stato un altro liceale, Devon Erickson, che ha ferito anche altri otto studenti. Di questi, due sono gravi.

Si tratta di una scuola privata a pochi chilometri dalla Columbine High School dove 12 studenti furono uccisi da due compagni di classe nel 1999. La polizia, per il momento, ha arrestato due allievi. Uno di questi è minorenne. Il Presidente Donald Trump è stato informato sui dettagli della vicenda e ha già contattato le autorità locali. Il bilancio delle vittime è per il momento di otto feriti e un morto.  E’ stata sequestrata anche un’auto posteggiata nel parcheggio dell’istituto.

La scuola ospita più di 1850 ragazzi. Lo sceriffo locale, Tony Spurlock, ha confermato che entrambi i sospetti frequentano la scuola, aggiungendo che finora è stata trovata solo una pistola. Da chiarire, per il momento, è se lo studente ucciso nella sparatoria fosse l’obiettivo del giovane che ha aperto il fuoco sui compagni di classe. L’edificio è stato immediatamente messo in lockdown e quando la polizia è arrivata, i due assalitori hanno sparato anche contro gli agenti. I giovani sono stati fermati senza essere feriti. «È con estrema tristezza che confermiamo che uno studente della Scuola Stem è stato ucciso oggi» ha poi annunciato su Twitter lo sceriffo.

No Comments Yet

Leave a Reply