Chiude il calciomercato:
i colpi più importanti dell’ultima giornata

I giochi sono fatti. Il calciomercato italiano ha chiuso i battenti alle 22 di lunedì 2 settembre. Molte le trattative che hanno animato questa giornata, una su tutte la fine della telenovela tra l’Inter e il suo ex capitano Mauro Icardi. Nella notte tra l’1 e il 2 settembre la moglie-agente del giocatore Wanda Nara ha trovato l’accordo con Marotta per il prolungamento del contratto con la squadra nerazzurra fino al 2022, con adeguamento dell’ingaggio. Era questa la condizione necessaria che poneva il club milanese per il suo passaggio al Psg in prestito. Nella mattinata del 2 settembre Icardi è partito alla volta di Parigi dove ha sostenuto le visite mediche e ha firmato con la squadra della capitale francese. Leonardo e Marotta hanno raggiunto l’intesa sulla base di un prestito oneroso pari a 5 milioni di euro, più il diritto di riscatto fissato a 65 milioni. Un colpo d’oro per il Psg, visti gli infortuni di Mbappè e Cavani.

Spostandoci sull’altra sponda milanese, quella rossonera, il colpo di giornata è lo scambio con l’Eintracht Francoforte: André Silva, nonostante le difficoltà emerse, passa a giocare in Bundesliga, mentre il Milan si è assicurato le prestazioni di Ante Rebic. Atterrato a Malpensa il calciatore croato ha già svolto le visite mediche alla clinica La Madonnina e ha firmato il contratto che lo legherà ai rossoneri per i prossimi due anni. Niente da fare, invece, per Taison, l’ala dello Shakhtar Donetsk. Gli ucraini chiedevano 30 milioni, valore della clausola rescissoria, per il 31enne brasiliano.

Ultimo giorno di mercato di fuoco anche per la Roma che, dopo aver ceduto Schick al Lipsia, ha messo a segno due grossi colpi. Nikola Kalinic e Henrik Mkhitaryan sono atterrati oggi nella Capitale e hanno sostenuto le visite mediche prima di firmare i rispettivi contratti. Il croato torna in Italia, dopo aver giocato con Fiorentina e Milan, con la formula del prestito a 2 milioni con diritto di riscatto fissato a 9. L’attaccante armeno, invece, sbarca in prestito secco: 3 i milioni finiti nelle casse dell’Arsenal.

Colpo grosso proprio allo scadere del calciomercato per il Torino, che sigla il trasferimento di Simone Verdi. Il giocatore arriva dal Napoli con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Torna in Italia anche Fernando Llorente che indosserà la maglia del Napoli. La trattativa era già nota da giorni, mancava solo l’ufficialità giunta proprio durante l’ultima giornata di mercato. L’attaccante arriva a parametro zero, svincolatosi dopo l’avventura al Tottenham: per lui un contratto biennale. Ancelotti trova in Llorente un rinforzo importante, di grande esperienza internazionale da utilizzare come vice Milik.

Mercato chiuso per la Juventus che, nonostante l’emergenza difesa dovuta agli infortuni di Chiellini e De Sciglio, decide di blindare Rugani e dare fiducia ai giocatori in rosa. Arriva però in quest’ultima giornata di trattative Kwang-Song Han, attaccante classe 1998 proveniente dal Cagliari.

Anche l’Atalanta mette a segno un grande colpo di mercato: dopo l’addio a Martin Skrtel, che ha vestito la maglia nerazzurra per poco più di un mese, la Dea ha ingaggiato Simon Kjaer, arrivato a Bergamo con la formula del prestito. Il difensore centrale classe 1989 ha già giocato in Serie A con le maglie di Palermo e Roma.

Gioisce il Parma che mette sotto contratto Matteo Darmian. Il difensore arrivato dallo United ha firmato un contratto di quattro anni che lo ha riportato in Italia. Il terzino aveva lasciato la Seria A nel 2015 per sbarcare in Premier, ma a Manchester non è mai riuscito ad imporsi. Un’occasione, questa, non solo per rimettere piede in Serie A, ma anche per rientrare in orbita nazionale.

Arriva a Genova, sponda Sampdoria, Emiliano Rigoni, centrocampista ormai ex Zenit. L’operazione prevede il prestito con obbligo di riscatto a dieci milioni di euro quando saranno raggiunte le quindici presenze.

No Comments Yet

Leave a Reply