Hyperloop, l’Europa si prepara ad accogliere i supertreni ideati da Musk

Dopo la sperimentazione negli Stati Uniti, Hyperloop , un progetto che promette di rivoluzionare la mobilità urbana, sta per sbarcare anche in Europa. Sarà la Francia ad accogliere i primi cilindri che, secondo l’idea del fondatore di Tesla e SpaceX, Elon Musk, permetteranno a persone e merci di sfrecciare alla velocità del suono. I cilindri prototipo vedranno la loro prima casa nel Vecchio continente a Tolosa, nel centro di ricerche di della città. Nel progetto sono coinvolti anche dei nostri connazionali: 30 italiani hanno investito 320.000 euro nella piattaforma di crowdsourcing Jumpstarter, che controlla al 100% HyperloopTT.

A Tolosa si sta lavorando al primo set di strutture del treno supersonico, ossia la capsula a levitazione magnetica che scorre all’interno di un cilindro a bassa pressione dal diametro interno di 4 metri. Il tutto verrà sperimentato entro il 2018 su un percorso di 320 metri. Nel 2019 si prevede di completare un secondo sistema della lunghezza di un chilometro, costruito su piloni all’altezza di 5,8 metri. Per l’estate 2018 è inoltre previsto il completamento della capsula per i passeggeri, in costruzione in Spagna.

Fondata nel 2013, HyperloopTT ha un gruppo di lavoro di oltre 800 tecnici, 30 dei quali italiani, e al momento ha firmato accordi negli Stati Uniti per la realizzazione del primo collegamento fra due Stati, in Slovacchia, ad Abu Dhabi, nella Repubblica Ceca, in Francia, India, Indonesia, Brasile e Corea. (MM)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.