New York, elicottero contro grattacielo a Manhattan

Un boato simile a un’esplosione ha scosso Manhattan nel primo pomeriggio di lunedì. Un elicottero si è schiantato contro un grattacielo nel cuore di New York, tra la 51esima strada e la Settima Avenue, intorno alle 13.45 ora locale, per poi prendere fuoco. A bordo del velivolo c’era solo una persona, il pilota, morto nell’impatto. La polizia e i vigili del fuoco sono intervenuti immediatamente, mettendo in sicurezza l’edificio ed evacuando la zona. Al momento dello schianto a New York stava piovendo e la visibilità era minima. Le autorità, insieme al governatore dello Stato di New York Andrew M. Cuomo, hanno escluso la pista terroristica per mancanza di indizi.

Stando alle dichiarazioni del dipartimento di polizia, si è trattato di un atterraggio d’emergenza non riuscito. Forse un malore del pilota, o un’avaria del mezzo lo avrebbero costretto a tentare una manovra straordinaria. Diversi testimoni hanno riferito di aver visto un elicottero volare in maniera incontrollata poco prima dell’incidente.

«Se sei di New York, quando senti queste notizie la mente corre subito all’11 settembre. Io mi ricordo quella mattina, e quando succedono queste cose la paura è tanta» Queste le parole del governatore Cuomo, che si è precipitato sul posto e ha seguito gli interventi dei pompieri.

Allertato immediatamente anche il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che segue gli aggiornamenti dalla Casa Bianca. Tramite un tweet dal suo profilo personale ha voluto ringraziare i vigili del fuoco e le forze dell’ordine che sono prontamente intervenute per reagire all’emergenza.

 

Alice Scaglioni

Frequento il Master di Giornalismo IULM. Mi occupo principalmente di tecnologia, esteri ed economia. Scrivo anche per PrimaOnline, traducendo articoli da testate estere e partecipando a conferenze ed eventi. Ho seguito per il Corriere della Sera un incontro con Salvatore Rossi e una tavola rotonda tra ODG, Facebook e Google, scrivendone sul cartaceo.

No Comments Yet

Leave a Reply