Libano, la giornalista Haddad denuncia: «Mi hanno rubato la vittoria»

Joumana Haddad, scrittrice e poetessa libanese, candidata indipendentista con la lista Kulna Watani si è vista soffiar via la vittoria dopo che l’avevano assegnato il seggio di Beirut.

«Mi hanno rubato la vittoria». Queste sono state le parole della giornalista tra la rabbia e la delusione. «L’avversario, le televisioni e gli addetti alla macchina elettorale avevano già deliberato la mia vittoria». Poi qualcosa è cambiato. «Hanno fatto uscire tutti dalla stanza, hanno riavviato la macchina e hanno lanciato il riconteggio», racconta la giornalista.

Così il vincitore è risultato essere il candidato avversario Antoine Pano, del partito del presidente libanese Michel Aoun, il Free Patriotic Movement. Ce l’ha fatta, invece, una collega di Haddad, Paula Yacoubian, volto televisiva molto noto in Libano.

Tuttavia la giornalista non si è data per vinta e, oltre ad aver organizzato una protesta lo scorso lunedì davanti al palazzo del ministero degli interni libanese, sta tentando il ricorso con l’aiuto dei suoi avvocati. «Il mio caso non è l’unico, continua, sono state denunciate almeno 7.000 violazioni durante queste elezioni, segno che i candidati indipendenti fanno davvero paura».

 

 

(ns)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.