Perugia, MasterX al Festival Internazionale del Giornalismo

FAKE NEWS E FACT CHECKING

Fake news, l’importanza del fact checking nel giornalismo scientifico

 

La XII edizione del Festival Internazionale del Giornalismo è partita con oltre 700 ospiti provenienti da 44 Paesi diversi. Nel capoluogo umbro si alterneranno workshop, interviste, spettacoli, musica e documentari, fino a domenica 15 aprile.

Festival Internazionale del Giornalismo

Tra i personaggi che popoleranno alcuni dei più prestigiosi palazzi del centro di Perugia, ci saranno molte firme del giornalismo italiano, come Lucia Annunziata, Riccardo Luna, Marco Damilano, Mario Calabresi, Gianluigi Nuzzi e il direttore di Sky Tg24 Sarah Varetto, oltre a numerosi ospiti internazionale. Tra i più attesi: Jay Rosen della New York University, leader del giornalismo partecipativo e il premio Pulitzer James Risen che parteciperà al panel “il più grande dei segreti: la vita al NYT all’ombra della guerra al terrore tra scoop e scontri di potere”, nel quale verrà raccontata la battaglia di sette anni combattuta contro le amministrazioni Bush Jr e Obama, per mantenere segreta l’identità di alcune delle sue fonti confidenziali.

festival internazionale del giornalismo

Disinformazione, fact-checking e data journalism ma anche diversità, crisi umanitarie e fiducia dei media, alcuni dei temi principali di questo Festival Internazionale del Giornalismo. Un mondo in continuo cambiamento, un giornalismo che affronta sempre nuove sfide accanto ai movimenti di protesta ed alle democrazie in crisi. Arriveranno da tutto il mondo anche i volontari: studenti, aspiranti giornalisti e fotografi da 21 diversi Paesi.

Durante i cinque giorni verranno proiettati anche numerosi spettacoli in anteprima. Vanessa Redgrave, ad esempio, presenterà il suo “il dolore del mare”, un viaggio tra i rifugiati dalla Grecia all’Italia. Grande attesa anche per “Daphne”, il documentario di Carlo Bonini e Giuliano Foschini sull’omicidio a Malta della giornalista investigativa maltese Daphne Galizia. Oltre alle proiezioni, spazio anche agli spettacoli teatrali con, tra gli altri, David Riondino e Pietro Brunello in “Musica e parole” e Marco Travaglio con “B. come Basta!”.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.