Leonardo DiCaprio, tante candeline quanti Oscar mancati

Non ha bisogno di presentazioni, la sua brillante carriera da attore più amato di Hollywood e il suo forte impegno per l’ambiente lo precedono. Leonardo DiCaprio compie oggi 45 anni.

Il suo avanzamento professionale inizia con alcune apparizioni in spot televisivi degli anni Novanta, poi in alcune serie tv fino ad arrivare alla prima candidatura all’Oscar come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione in Buon compleanno, Mr. Grape (1993) all’età di 19 anni. Per molti entrare nel grande mercato cinematografico di Hollywood da giovanissimi non si è rivelata una benedizione, ma non per lui. Non ha mai sbagliato un colpo. È con la pellicola Titanic di James Cameron del 1997 che DiCaprio raggiunge il successo e si aggiudica un posto fisso nei cuori dei fan. Il film ha registrato il maggiore incasso e in quell’anno il maggior numero di premi Oscar, nessuno però andò all’attore.

Leonardo DiCaprio nei panni di Jack Dawson in Titanic (1997)

Amato non solo dal pubblico, fa presto breccia nel cuore del regista Martin Scorsese che lo ingaggia per la realizzazione di Gangs of New York. Così nel 2002 inizia un sodalizio artistico, vivo ancora oggi, che ha fatto registrare incassi da record a questa e alle pellicole successive: The Aviator, The Departed – Il bene e il male, Shutter Island e The Wolf of Wall Street.

Leonardo DiCaprio nei panni di Edward Daniels in Shutter Island (2010)

Altri grandi registi di alto calibro hanno fiutato il talento di DiCaprio e grazie a collaborazioni con Woody Allen, Clint Eastwood, Steven Spielberg, Christopher Nolan e Quentin Tarantino, è stato protagonista di titoli celebri, come Inception, J. Edgar, Django Unchained, Il Grande Gatsby.

Ultimo, ma solo cronologicamente, C’era una volta a… Hollywood, che lo ha reso re del tappeto rosso di Cannes, insieme a Brad Pitt e Margot Robbie, alla 72esima edizione del Festival del cinema e, chissà che non permetta di allargare la bacheca dei premi.

Leonardo DiCaprio (Rick Dalton) e Brad Pitt (Cliff Booth) nella pellicola C’era una volta a… Hollywood (2019)

Dopo una lunga battaglia con l’Academy Award, sostenuta anche dalla massa di fan sul web, è solo con Revenant – Redivivo di Alejandro Gonzales Iñarritu, nel 2016, che Leonardo DiCaprio vince la sua prima statuetta oro.

Il suo forte attivismo nei confronti dell’ambiente inizia nel 1998. Viaggiando spesso in Sud America realizza numerosi documentari per segnalare l’emergenza climatica, idrica e l’estinzione di alcune specie animali. Nello stesso periodo fonda la Leonardo DiCaprio Foundation, organizzazione senza scopo di lucro dedicata alla promozione della consapevolezza ambientale. Gran parte dei guadagni sono stati adoperati come donazioni al WWF, al terremoto di Haiti e alla salvaguardia di oceani, foreste e riserve naturali.
Nel 2014 ottiene la nomina ambasciatore Onu contro i cambiamenti climatici e “messaggero della Pace” dall’ex segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon.

Recentemente ha donato 5 milioni di dollari tramite la fondazione ambientalista Earth Alliance per salvare la Foresta Amazzonica devastata dagli incendi. Ha incontrato la giovane attivista svedese Greta Thunberg appoggiando appieno i suoi ideali.

Leonardo DiCaprio e Greta Thunberg durante un incontro per la lotta contro il cambiamento climatico

Attività che hanno reso Leonardo DiCaprio non solo un simbolo del cinema ma anche della lotta contro il cambiamento climatico.

No Comments Yet

Leave a Reply