Ghostbusters 3, gli acchiappafantasmi tornano sul grande schermo

Ghostbusters 3, gli acchiappafantasmi tornano sul grande schermo - MasterX

Chi chiamare, se non i Ghostbusters?

If there’s something strange

In your neighborhood

Who you gonna call?

Ghostbusters!

Con questi celebri versi si apriva una delle theme songs più iconiche di una generazione: si tratta della traccia portante della colonna sonora di Ghostbusters – Acchiappafantasmi, film del 1984 destinato ad imporsi come un vero e proprio cult.

La pellicola, inserita nel 2000 tra le cento migliori commedie statunitensi di tutti i tempi dall’American Film Institute, ha dato vita a quello che negli anni si è evoluto in un franchise a tutto tondo: sequel, reboot, serie animate, gadget, videogiochi.

Un universo, quello degli acchiappafantasmi, tuttora in fase d’espansione: a oltre 30 anni di distanza dal film originale, il regista Jason Reitman – figlio proprio di quell’Ivan che diresse il primo Ghostbusters – siederà dietro la cinepresa per girare il terzo capitolo della saga.

Il 16 gennaio è stato infatti diffuso un teaser che conferma l’uscita del film: il nuovo episodio, come annunciato nel video, sbarcherà nelle sale nel 2020. I fans, ovviamente, sono già in fervente attesa.

A infiammare gli animi degli appassionati è la possibilità di un ritorno del cast originale del film, cui avrebbe accennato proprio uno dei protagonisti del classico: Winston Zeddemore, all’anagrafe Ernie Hudson, che ha anche rivolto un pensiero ad Harold Ramis, il suo collega scomparso nel 2014. «Ci manca Harold, lui era davvero il collante che ci teneva tutti insieme. Ma il suo spirito c’è. E Ivan Reitman c’è e tutti sono a bordo. Ora, qualunque cosa lo studio decida, io sono il tipo seduto accanto al telefono che aspetta la chiamata».

Il cast non è ancora stato svelato, ma secondo le prime indiscrezioni la vecchia guardia affiancherà un gruppo di attori adolescenti, due ragazzi ed altrettante ragazze: saranno proprio questi ultimi a raccogliere l’eredità degli acchiappafantasmi originali nel nuovo film.

La saga aveva già provato a esplorare una nuova direzione nel 2016, con l’uscita di un reboot tutto al femminile del primo Ghostbusters: un esperimento accolto fin dal principio dallo scetticismo dei fan, rivelatosi poi un inevitabile fiasco al box office.

Visto lo scarso successo del remake a tinte rosa, il film è stato dichiarato non canonico: la trama della serie ripartirà quindi dal sequel del 1989, ignorando in toto gli eventi del reboot. Decisione non molto gradita a Leslie Jones, una delle protagoniste dell’ultimo Ghostbusters, come lei stessa ha rivelato con un tweet al veleno.

La Jones era stata tra le attrici più coinvolte dalle polemiche di tre anni fa, ritrovandosi vittima anche di insulti a sfondo razziale. Il tweet della comica statunitense ha immancabilmente suscitato discussioni: la stessa attrice, nel tentativo di placare le acque, ha successivamente smorzato il suo commento.

Negli ultimi anni, insomma, polemiche ed ectoplasmi sembrano andare a braccetto. E se per le prime non c’è una soluzione certa, per i secondi il consiglio vien da sé: chi chiamare? Ovviamente i Ghostbusters!

No Comments Yet

Leave a Reply