Camilleri, il malore e le reazioni sui social

Sono gravissime ma stabili le condizioni di Andrea Camilleri, ricoverato la mattina di lunedì 17 giugno all’ospedale romano Santo Spirito per un arresto cardiaco. Nell’ultimo bollettino medico Roberto Ricci, direttore del Dea della struttura sanitaria, ha fatto sapere che è in coma farmacologico. L’autore siciliano, 94 anni a settembre, era già stato sottoposto a un intervento per la rottura di un femore dopo una caduta in casa una ventina di giorni fa.

Una notizia che ha suscitato immediatamente l’affetto dei suoi ammiratori, sui social e nel cortile dell’ospedale, dove si sono riunite centinaia di persone. Il centralino del Santo Spirito è intasato per la quantità di telefonate di fan e sostenitori del padre di Montalbano.

Su Twitter l’hashtag #Camilleri è stato nei trend topic per tutta la giornata di lunedì, dimostrando un’ondata di stima e sostegno da parte di migliaia di utenti. Politici e personaggi dello spettacolo, ma soprattutto gli amanti del commissario di Vigata: tanti hanno voluto cinguettare la loro vicinanza al maestro di Porto Empedocle.

 

Il malore di Camilleri però ha scatenato anche gli haters, che si sono scagliati contro lo scrittore. Molti di questi sono sostenitori di Matteo Salvini. I commenti sono arrivati sulla pagina Facebook del quotidiano Libero.

Una settimana fa l’autore della serie di romanzi sulle indagini di Montalbano infatti si era lasciato andare a pesanti critiche nei confronti del vicepremier. Critiche cui lo stesso leader della Lega aveva risposto con uno dei suoi soliti video-selfie.

Alice Scaglioni

Frequento il Master di Giornalismo IULM. Mi occupo principalmente di tecnologia, esteri ed economia. Scrivo anche per PrimaOnline, traducendo articoli da testate estere e partecipando a conferenze ed eventi. Ho seguito per il Corriere della Sera un incontro con Salvatore Rossi e una tavola rotonda tra ODG, Facebook e Google, scrivendone sul cartaceo.

No Comments Yet

Leave a Reply