Orrore a Paestum, gruppo di studenti ritrova cadavere di donna in spiaggia

Il cadavere di una donna è stato rinvenuto sulla spiaggia di Capaccio Paestum, in località Torre di Mare. A fare la macabra scoperta un gruppo di studenti in gita provenienti da Eboli: i ragazzi, passeggiando in spiaggia, hanno scorto il corpo riverso sulla battigia, con la testa nella sabbia.

Il volto della donna trovata morta, della quale ancora non sono state identificate le generalità, non è visibile; indossava scarpe, leggins e un giubbotto, ma non aveva documenti. Aveva tra i 30 e i 40 anni ed era di carnagione bianca. Il corpo era già in stato di decomposizione, quindi probabilmente si trovava in mare da qualche giorno ma per saperne di più occorrerà attendere l’esame esterno della salma da parte del medico legale.

Sotto choc gli studenti del liceo scientifico «A. Gallotta» che erano in visita guidata presso l’Oasi dunale gestita da Legambiente per svolgere l’attività didattica di pulizia del litorale. Il gruppo di allievi era accompagnato dal biologo agropolese Giuseppe Catuogno e dall’ex consigliere comunale Maurizio Paolillo.

Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal capitano Francesco Manna, per i primi rilievi del caso. Il cadavere, poi, è stato trasportato nell’obitorio del locale cimitero. (al)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.